Abbiamo lasciato Alex e Booth in fuga grazie all’aiuto di Vasquez e della sua cicatrice fasulla. I due irrompono in una casa ed Alex prova ad estrarre il proiettile che ha colpito Ryan e suturare la ferita.
Ma non ci interessa più di tanto e ci ritroviamo a Quantico dove Nimah e Raina proseguono il corso come due persone distinte. Nimah finisce in camera con Alex, mentre Raina guarda la televisione con Simon che, tanto per distruggere la passione tra i due comincia a fare mente locale su alcune situazioni vissute assieme alle gemelle; ma di figuraccia in figuraccia, Simon ricorda sempre e solo situazioni vissute con Nimah. Shelby e Caleb, reiterando la loro dinamica, fanno sesso e si punzecchiano. Miranda, invece, cercando di riallacciare i rapporti con il figlio, lo porta a Quantico con sé.
I Nat sono felici di sapere di poter, d’ora in avanti, uscire dal campus ogni volta che vorranno; ma dovranno anche risolvere dei casi in modo individuale affinché vengano valutati per le loro capacità personali.
Booth, ha deciso di restare a Quantico (pur avendo riavuto il distintivo) per sincerarsi che O’Connor lasci in pace Alex.

Quantico 1x08 - Finita
New York: Shelby è in arresto, e Clayton (il padre di Caleb) la prende in custodia per interrogarla. Ricordiamo anche che tra i due esiste una relazione. Ovviamente, essendo tutti quelli dell’Fbi molto paranoici, Clayton sospetta che Shelby si sia avvicinata a lui solo per aiutare Alex, quindi come parte di un piano premeditato da lungo tempo.
Nel frattempo, Alex e Booth guardano alla televisione la conferenza stampa di Clayton Haas ma all’improvviso L’Incognita trasmette in diretta tutta la documentazione che Fbi ha sull’attentato alla Grand Central, dando gli strumenti ad Alex per scagionarsi, inoltre, raggiungendoli nella casa dove si trovano, aiutano la loro fuga.
Clayton a questo punto, chiede aiuto al figlio Caleb per ripulire il suo account email personale e proteggere Shelby, e la moglie.
Torniamo a Quantico, dove scopriamo che il padre di Alex era il capo di O’Connor fino al 1993 quando O’Connor ha chiesto il trasferimento. Nel frattempo Raina, Nimah e Simon si accorgono che i loro casi personali potrebbero esser legati. Anche quelli di Booth e Alex fanno parte del gruppo.
Così, veniamo a sapere che, contrariamente a quello che gli era stato detto in precedenza, tutti i casi potrebbero essere collegati e che, quindi, il chiedergli di lavorare in modo indipendente era solo una richiesta che non andava ottemperata. Poco dopo, tutti in gita al quartier generale dell’FBI. Occasione d’oro per Booth che ha il tesserino da agente per trovare informazioni sul padre di Alex con quest’ultima al seguito, mentre Simon sembra fare il cascamorto con Nimah e Caleb, per la seconda volta, vede che Shelby rifiuta una chiamata sul suo cellulare. La chiamata è di Riyadh.
Alex e Booth investigano negli archivi e scoprono che la madre era tra i sospettati di un attentato, prendono il documento che Alex si mette nello zaino; O’Connor, onnipresente e di nascosto, assiste alla ricerca dei due.
Dopo il briefing con il quale la classe NAT informa della propria scoperta alcuni agenti del bureau, Miranda e Lian spiegano alla classe che i documenti sui quali hanno lavorato appartengono ad un vero attentato che è stato già sventato; ma come è successo nella realtà, adesso la classe deve andare a catturare l’attentatore, senza farsi notare.

Quantico 1x08 - Finita recensione
Ma torniamo a New York. Alex scopre, leggendo i documenti messi in rete, che sono stati fatti degli acquisti con la sua carta di credito di alcuni componenti che, però, non erano nella bomba della Central. Alex deduce che l’attentato alla Central Station era solo una prova e che, c’è una seconda bomba in città. Bel colpo di scena.
Caleb, pulendo l’email del padre, scopre che qualcuno ha utilizzato il tesserino di Alex la sera prima dell’attentato. Clayton minimizza la cosa, ma Caleb non sembra convinto, Clayton, si lascia convincere, ma vuole verificare.

Quantico: La classe è nel parco per individuare l’attentatore quando Shelby e Caleb vengono presi in disparte da alcuni agenti per dei controlli. Alex individua uno dei probabili attentatori e comincia l’inseguimento. Alex lo atterra.
New York, Caleb, che ci sta diventando sempre più simpatico, comincia ad investigare sull’email che scagiona Alex ma che è stata cancellata. Scopriamo che l’email porterebbe alla luce il rapporto tra il padre e Shelby. Caleb è titubante.
L’Incognita, guida una macchina dell’ FBI fino all’appartamento dove si trovano tutti per fuggire grazie al navigatore che è collegato ad internet. Ora, io non so se questa cosa sia fattibile, ma se lo è, ho sbagliato il mio regalo di natale. In ogni caso L’Incognita è pronta a farla espatriare, se solo lei volesse.
Torniamo a Quantico, dove Shelby e Caleb sono sotto interrogatorio con il sospetto che Shelby versi centinaia di migliaia di dollari ad un conto in medio oriente e che sia una sostenitrice del terrorismo. Miranda interviene, e scopriamo che il conto è intestato alla sorellastra che Shelby ha scoperto di avere solo dopo la morte dei suoi genitori.

Colpo di scena! E’ stato Caleb che investigava sul numero di telefono che ha, forse non volendo, scatenato tutto questo parapiglia.
Nel frattempo, Alex si chiede perché lo zaino del sospettato sia vuoto quando il suo stesso zaino comincia a fumare: Alex è stata resa inconsapevolmente parte del piano. Ma scopre anche che il fascicolo che lei ha preso è scomparso.
Miranda ed il figlio parlano finalmente con un minimo di partecipazione, quando il passato del ragazzo riaffiora e stronca quel poco di atmosfera leggera che si era creata tra i due. Simon, vestito anni ottanta, invita ad uscire Nimah che lo dirotta su Raina e gli chiede di lasciarla in pace. Simon accusa il colpo.
Alex, intanto, torna da O’Connor chiedendo spiegazioni sul fascicolo scomparso e, benché Liam sembri averlo fatto per proteggerla, lo minaccia di voler sapere la verità sull’attentato: la colpa è stata di Liam, di una dozzina di altri agenti e di Michael il padre di Alex. L’errore dell’FBI è stato insabbiato. E la madre di Alex? Solo un tentativo di trovare qualcuno a cui affibbiare la colpa. Ora Alex può fare solo due cose: lasciar stare o denunciare Liam. Anche Miranda sembra essere stata tra gli agenti colpevoli di non aver saputo fermare l’attentato.
Caleb cerca di scusarsi con Shelby, ma lei è piuttosto incazzata e non vuole saperne (come darle torto?), Caleb allora le svela uno dei suoi segreti: Quando il padre ha detto che gli ha salvato la vita, si riferiva al fatto che Caleb a diciassette anni faceva parte di una setta. Il padre ha fatto irruzione e lo ha portato via. Bello il discorso di Caleb, in ogni caso.
Dall’idillio tra Caleb e Shelby a Quantico, passiamo a loro due a New York che si scambiano frecciate e rancori. Non male come sequenza.
Nel frattempo Booth ed Alex sono all’eliporto. Booth sale sull’elicottero assieme a quelli dell’Incognita. Alex con l’inganno, lascia partire Ryan e resta a terra.

Quantico. Raina si scontra con la dura realtà già più volte sottolineata durante la puntata: Nimah è più tosta mentre Raina sembra venire messa, a volte, in secondo piano; anche con Simon, la situazione si fa tesa.
Alex, in un faccia a faccia con Miranda, ha la conferma di tutto quello che gli è stato detto da Lian; Caleb, invece, con il suo alter ego (Mark Raymond) sembra essere in procinto di essere valutato da un’ennesima setta Una sua vendetta personale o una ricaduta? Ai posteri l’ardua sentenza; Shelby, finalmente, parla con la sua sorellastra e veniamo a sapere che quello he ha detto è tutto vero; Una telefonata dice a Miranda che c’è qualcuno sul tetto della sua casa; Raina prega; Simon chiama un suo amico che sta costruendo una bomba e, si intuisce, parlano della situazione palestinese; Alex cerca Miranda e la trova accoltellata in casa sua e sostiene che l’accoltellatore sia Charlie, il figlio.
New York: A sorpresa, Caleb legge una email di Shelby a Clayton in cui lei dice di amare ancora Caleb. Ma le sorprese non sono finite perché Alex si consegna all’FBI dicendo che c’è una seconda bomba che potrebbe esplodere.
Fine puntata. Bella chiusura.
Edoardo Montanari

Punteggio Puntatona: 8.5