Volgiamo verso la fine di questa prima stagione di Quantico che, oltre a non aver brillato per originalità, si sta rivelando anche piuttosto ripetitiva.

Tra una cortina di fumo, un cattivo invisibile che si palesa come voce al telefono e che sembra essere sempre un passo avanti agli investigatori scatenando una frustrazione senza pari nella storia delle serie tv, ci dedichiamo alla puntata sfortunata di questa serie.

Ripartiamo da Simon Asher (Tate Ellington) e Ryan Booth (Jacob Adam “Jake” McLaughlin) che si incontrano in un bar di New York. Simon, riesce a manipolare Ryan per raggiungere la risorsa 2281 detenuta dalla CIA. Inoltre, tramite una cimice, scopre che Liam O’Connor (Josh Hopkins) è in città e che offre a Ryan il posto che era dell’ex moglie Hannah. Ryan così, assieme a Nimah, si reca nella casa sicura dove si trova la risorsa.

Ma Alex (Priyanka Chopra) e Simon li anticipano e rapiscono la risorsa che scopriamo essere un loro ex compagno di corso: Will Olsen (Jay Armstrong Johnson). Will è riuscito a violare i sistemi dell’NSA ed è per questo che La Voce lo vuole.
Alex, poi, torna in ufficio dimostrando a Ryan e a Liam che è stata tutto il giorno all’interno dell’edificio e coprendo così le sue tracce. Ryan non è convinto, ma Liam lo fa tacere. Che sia lui la Voce?

Dato che la chiusura della narrazione di New York finirebbe con un paragrafo, ci gettiamo nella storia di Quantico.
Il motivo? Il solito: per creare una suspance dal niente.
Come tutta questa stagione d’altronde. Statece.

Quantico 1x17- Bene

Siamo a Quantico dove, per ottenere il privilegio di scegliere per primi la città dove verranno assegnati, i Nat si devono cimentare in una prova impegnativa: aiutare le agenzie canadesi e americane impegnate nella tratta degli esseri umani.

Nel frattempo il progetto di Miranda che riguarda le sorelle Amin rischia di saltare a seguito della sua sospensione. Liam, inoltre, non sembra interessato a sostenerle davanti alla direzione dell’FBI. Will crea un finto profilo per aiutare Caleb.

Sorpresa (o no?) come preannunciato nella precedente puntata, Booth diventa l’assistente di Liam e così Alex si trova al centro di un triangolo affettivo tra lei, Ryan e Perales.

Dopo averci fatto vedere come si possono creare scomparti nascosti nei mezzi per contrabbandare esseri umani e a riconoscere i documenti falsi, partono tutti per il Canada.

Mentre veniamo sballottati visivamente tra New York e Quantico, inoltre, Shelby Wyatt (Johanna Braddy) viene a sapere da Caleb Haas (Graham Rogers) che i suoi genitori vorrebbero incontrarla; e quale occasione migliore del Canada? Shelby è però titubante e psicologicamente provata.
Preferirebbe telefonare prima (Sic!).

Quantico 1x17

Arrivati in Canada, i Nat scoprono che l’incarico assegnatogli è cambiato. Gli vengono tolti i documenti e viene chiesto loro di rientrare negli States con mezzi propri usando quello che hanno imparato all’accademia.

Sintetizzando, ma neanche tanto, Shelby incontra i genitori che, scopriamo, aver venduto armi ai talebani senza saperlo. Inoltre più che vedere la figlia sembrano interessati a chiederle dei soldi per continuare a vivere liberi in quanto ricercati.
Caleb, propone di dare loro cinque milioni dollari per stare alla larga da Shelby e gli Whyatt accettano. Alex e Perales dopo aver fallito tutti i tentativi di prendere un’aereo decidono di attraversare il confine camminando e lungo il percorso trovano una casetta in mezzo alle montagne con camino e, finalmente, consumano la loro passione.

Le sorelle Amin, le migliori della puntata benché siano presenti in pochissime scene,  sfruttando il vantaggio di essere identiche, vincono la prova.

Ma torniamo a New York dove, alla consegna di Will, La Voce chiede ad Alex che anche Simon gli venga consegnato. Inoltre, Alex deve riconsegnare il cellulare all’autista dell’auto che, sorprendentemente, è Shelby, anche discretamente arcigna.

Fine puntata. Alex è di nuovo sola dopo aver fatto incavolare di brutto Booth.
Chi scommette che ricomincerà a costruire un Team per dare la caccia alla Voce?
Edoardo Montanari

Punteggio Puntatona: 6.5 e poca sostanza.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata