Gioisco, ma temo per poco, mentre sto guardando i primi minuti di Quantico. Sapete il perché? Perché una volta sconfitto Liam O’Connor (Josh Hopkins) sono convinto che la prima stagione di Quantico si chiuderà con la comparsa di un nuovo supercattivo. Fortunatamente, ho già deciso di fermarmi a questa stagione e per me, oggi, è come se fosse l’ultimo giorno di scuola; con la differenza che, a me, a scuola piaceva andare.

Pronti vedere la fine? Via!

Gustiamoci intanto un flashback di Quantico dove vediamo Liam costruire tutto il suo machiavellico piano dal momento stesso in cui Miranda Shaw (Aunjanue Ellis) gli propone di diventare un insegnante dell’accademia. E subito mi chiedo: se Liam ha potuto vedere ogni movimento di ogni studente, come ha fatto a non accorgersi della telecamera che Alex Parrish (Priyanka Chopra) gli ha messo nell’ufficio nelle prime puntate? Forse ricordo male. Ventidue puntate sono davvero tante per ricordare ogni singolo particolare.
Anzi, sicuramente ricordo male. Dimenticate tutto.

Quantico 1x22 Si

Andiamo avanti dicendo che, a Quantico, per la fine del corso, sono tutti eccitati: coscienti del fatto che si sta chiudendo un periodo che non tornerà più ma, vivono di una dolce malinconia in tutti i gesti quotidiani, anche nel restituire le magliette. Sic!

Alex e Ryan Booth (Jake McLaughlin) flirtano, ma poi litigano perché Ryan non ha detto ad Alex di non voler andare a Washington con Liam. Ovviamente è Liam a scatenare lo scontro ed a creare questa ennesima rottura emotiva tra i due.

Detto fra noi, Ryan è senza spina dorsale e Alex una rompiscatole senza pari, bellissima donna, forte e determinata, ma anche mobil qual piuma al vento.

Ma concentriamoci per un momento su Shelby Wyatt (Johanna Braddy) e Caleb Haas (Graham Rogers). Visto l’accanimento con il quale Shelby vuole che Caleb finisca dietro a una scrivania in un ufficio con le scope ed altro, più che Principe Oscuro, Caleb sembra essere un Malaussène biondo. Un perenne capro espiatorio.

Visto il modo in cui si lasciano, provo un senso di mancanza nella trama: le scene in cui Caleb si riappacifica con Shelby, francamente, non le ricordo.

Probabilmente è colpa della mia età e della noia che ho provato nel seguire la serie, ma proprio non mi viene in mente. Voi ricordate qualcosa?

In attesa di un vostro memorandum, rivolgiamo l’attenzione verso le gemelle (entrambe Yasmine Al Masri) che vivono assieme gli ultimi momenti di convivenza dato che, una volta infiltrate, ed anche durante la cerimonia, non possono essere viste assieme.

Ah, piccolo dettaglio, Miranda manda loro un cellulare in modo che, in caso di necessità possano rintracciarla. Scena molto tenera, ma anche campata in aria ed inutile alla storia.

Quantico 1x22

Insomma, la fase narrativa di Quantico è poco utile se non per il discorso di Liam ai diplomati Nat. Per i dettagli vi rimando a qualche paragrafo più avanti.

Ed eccoci finalmente alla chiusura della narrazione di New York. Ricordiamo che Miranda è ferita davanti a Liam che la sovrasta con una pistola silenziata. Alla domanda lecita ed attesa da mesi da noi piccoli spettatori: perché hai fatto tutto questo? Liam chiosa con un vago:”per sistemare le cose”. Già questo sarebbe sufficiente per spegnere, ma teniamo duro e continuiamo nella visione.

Nella sede dell’FBI brancolano nel buio. Chi avrà rubato la bomba? La prima accusata di essere la terrorista è Miranda (esclusivamente perché assente e perché avrebbe avuto la possibilità di rubare l’ordigno) così ci possiamo gustare qualche minuto di Liam che fomenta questo sospetto. Alex, tanto per cambiare, non è completamente convinta ma spalleggia Liam, salvo poi, cambiare strada appena Simon le dimostra che Miranda non può essere la voce ed i sospetti di Alex ricadono su Liam, anche se lei non lo dice.

Per complicare ulteriormente la situazione Miranda, che è nel bagagliaio dell’auto di Liam riesce ad uscire ed arriva Ryan che si insospettisce; niente che un paio di cazzotti ben assestati non possano risolvere, ma serve a creare suspance. Come se la bomba atomica non fosse sufficiente.

Insomma per farla breve, Alex capisce che Liam è il colpevole dato che la figlia è in città e che, quindi Liam l’ha voluta tenere lontana da Quantico; il ragionamento è logico, ma poco d’effetto.

Quantico 1x22 Yes

La truppa va verso l’accademia mentre in una alternanza tra il discorso di Liam il giorno del diploma e la ricerca dello stesso nella palazzina capiamo come Mr. O’Connor sia svalvolato di testa. Liam, infatti, ha agito sempre all’opposto di quello che ha predicato in ogni discorso filosofico sulla correttezza, sostegno del partner, difesa della nazione, etc. ed è convinto che l’unico modo per migliorare l’FBI è di far saltare in aria l’ultimo corso.

In un discorso che ricorda vagamente la logica del KKK in Fratello dove sei? dei fratelli Coen, infarcito di giustizia, cambiamento, vendetta per il padre di Alex (uccidendo anche la figlia che è a sua volta colpevole di averlo ucciso) e tante parole che, francamente, sembrano incoerenti, Liam cerca di spiegare le ragioni del suo gesto.

I punti salienti riassumibili sono questi: 1) L’FBI è un cancro 2) Booth doveva andare a Washington con lui per cambiare le cose 3) Alex doveva incastrare Booth quando ne aveva l’opportunità 4) Alex doveva farsi prendere con la bomba nel pickup così da scongiurare questa strage atomica 5) Alex è un perfetto capro espiatorio perché ama l’america ed è convinta che l’america ami lei 6) Liam non sopporto in fatto di fare carriera non per meriti ma per aver comperto i propri superiori ed i propri errori.

Fortunatamente, sia Ryan che Alex sparano a Liam uccidendolo e mettendo fine a questo sproloquio, interessante, ma anche caotico.

E’ finita qui? No. Perché la bomba è ancora attiva e mentre si discute sul da farsi e sulle opzioni, Simon la prende e getta nell’acqua sacrificandosi per ridurre l’impatto esplosivo. Tante lacrime e Simon finalmente si è meritato la medaglia. Anzi gliene danno una seconda.

In un finale con Shelby, Raina, Nimah, Booth, Will Olsen (Jay Armstrong Johnson), Alex non è ancora convinta della dinamica terroristica e accusa Claire Haas (Marcia Cross) di essere complice perché non ha bisogno di quelle pillole per il cuore che servirono come depistaggio durante il furto delle tute anti radiazioni. Lei ammette in parte.
Caleb sente tutto ed entrambi vigileranno su di lei. Il pericolo non è ancora finito. E noi ci ritroviamo con un supercattivo per la prossima stagione.

Ma non è finta qui: Alex viene licenziata perché troppo conosciuta e, quindi, impossibilitata a essere un agente sotto copertura (ci sarebbero anche altri lavori, ma facciamo finta che vada bene così) e torna dalla madre.

La storia tra lei e Ryan riprende, quando arriva un personaggio di nome Mattew Keys, direttore della CIA che le offre un lavoro.
Alex ora deve scegliere tra la carriera e Booth.
Aridaje. Aridaje. Aridaje. C’arifa’? You’re Dismissed.

Punteggio Puntatona: 6 la puntata, 5 la stagione.
Edoardo Montanari

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata