Attenzione! Recensione Semiseria e con Spoiler

Subito dopo il terremoto, Daredevil (Charlie Cox) e tutti i Defenders si mettono all’opera per aiutare la comunità. Daredevil, pesta selvaggiamente il proprietario di un negozio che stava per sparare a dei giovani che stanno rubando alcuni oggetti. Combattuto e in cerca di una risposta, si reca a chiedere consiglio a Padre Lantom. Lo dite voi a Matteo Salvini che Daredevil è del Pd?

Jessica Jones (Krysten Ritter), invece, alla ricerca dell’architetto scomparso, raggiunge l’appartamento dell’uomo e lo trova pieno di C4 e chiama la polizia che, dopo poco e con la stessa capacità deduttiva dei carabinieri delle barzellette, la arresta. Arriva a salvarla Matt Murdock.

Jessica Jones

Marvel’s The Defenders. Jessica Jones blocca il sequestro di un auto.

Luke Cage (Mike Colter), invece, si mette alla ricerca del terzo fratello e lo trova intento a ripulire la scena di un crimine: una mezza dozzina di combattenti e rispettive Katana. Sulla parete il simbolo di Kunlun. Quindi, dopo poco, arriva anche Danny Rand (Finn Jones) che ingaggia un combattimento con Luke. Scontro estremamente interessante e nel quale Danny sembra soccombere fino a quando sfodera l’IronFist restituendo un bel colpo a Luke che vola alto nel cielo.

Nel frattempo, scopriamo che Alexandra (Sigourney Weaver) sta scavando sotto la città e sembra aver trovato un’altra porta di accesso a Kunlun. Bisogna solo trovare la chiave.

Una puntata nel complesso interessante e, come sempre per questo crossover, ben fotografata e girata. Le emozioni che vengono trasmesse dalla regia, ovviamente, possono essere solo viste. Dal punto di vista della sceneggiatura, invece, può ancora migliorare, e promette di farlo ora che i Defenders si sono incontrati (anche se solo due alla volta).

Punteggio puntatona: 7.5 affascinante.